Anci Lombardia



Notizie Circolari Multimedia Dipartimenti AGENDA BILANCIO SOCIALE EUROPA

Chi Siamo Organi Come associarsi Contatti Newsletter Lavora con noi Amministrazione trasparente

Area riservata
CIRCOLARI

Circolare n. 208/18

Emergenza nutrie: si è riunito ieri il primo tavolo regionale

10 Luglio 2018

Circolare n. 208/18

Milano, 10 luglio 2018
Prot. 2399/18
Circolare n. 208/18

Alla cortese attenzione
Sig. Sindaci
Assessori all’Agricoltura
Responsabili di settore
Dei Comuni lombardi
E p.c. Agli Organi di Anci Lombardia 

Oggetto: Emergenza nutrie: si è riunito ieri il primo tavolo regionale

Gentilissimi, 
l'emergenza legata al proliferare delle nutrie nel territorio lombardo non accenna a diminuire.
Nel 2017 in Lombardia sono state prelevate 85.393 nutrie: 1.598 in provincia di Bergamo, 13.815 in provincia di Lodi, 632 in provincia di Pavia, 24.841 in provincia di Cremona, 14.950 in provincia di Brescia e 29.557 in provincia di Mantova.
Si è riunito ieri lunedì 9 luglio a Palazzo Lombardia il primo tavolo regionale, al quale hanno partecipato le associazioni di categoria del mondo agricolo, l’Autorità Bacino del fiume Po, Province, ANCI, i rappresentanti dei consorzi di bonifica, AIPO e Federparchi.
La riunione ha voluto mettere a confronto "tutti gli attori coinvolti per arrivare a un piano di contenimento condiviso", come ha spiegato l'Assessore all'Agricoltura Fabio Rolfi, partendo dal "mettere a fattore comune le esperienze per migliorare le risposte e soprattutto avere azioni coordinate su tutto il territorio regionale".
ANCI Lombardia ha portato all’attenzione del tavolo una serie di dichiarazioni rilasciate dai Sindaci dei Comuni interessati dal problema: esempi di interventi positivi da un lato, ma soprattutto accorate richieste di finanziamento per soluzioni efficaci, specie rispetto alle azioni da svolgere nelle aree protette. 
Riteniamo che Il tavolo debba quindi attivarsi da subito per fornire ai Sindaci un supporto normativo e giuridico certo e semplificato, stilare specifiche ordinanze tipo per dare omogeneità agli interventi, garantire finanziamenti adeguati per dare continuità all’azione di contenimento della prolificazione della specie.
Dalla Regione intanto si vuole porre all'attenzione nazionale la questione lombarda, evidenziando soprattutto che le risorse regionali non sono sufficienti. Ora si confida quindi in un'azione incisiva da parte della politica nazionale per porre rimedio ai continui danni provocati dalla nutria alla agricoltura lombarda.
Cordiali saluti.


Rinaldo Redaelli
Segretario Generale Vicario Anci Lombardia

ANCI Lombardia © 2018  |  C. fiscale 80160390151  P. Iva 04875270961