Anci Lombardia



Notizie Circolari Multimedia Dipartimenti AGENDA BILANCIO SOCIALE EUROPA

Chi Siamo Organi Come associarsi Contatti Newsletter Lavora con noi Amministrazione trasparente

Area riservata
NOTIZIE

Finanza locale

Brivio, sindaco di Lecco, "da legge stabilità finanza migliorata ma serve autonomia"

18 Gennaio 2017

A Lecco la seconda giornata del tour Anci Lombardia - Ifel sul bilancio di previsione 2017

"Continuando una tradizione positività, salutiamo oggi Anci Lombardia e Ifel, che investono per spiegare alle zone decentrate i contenuti della Legge di stabilità, per sensibilizzare la componente politica e tecnica sugli elementi di novità, e per riuscire a declinare nei diversi contesti territoriali lo scenario nazionale". Così Virginio Brivio, Sindaco di Lecco, ha aperto i lavori della seconda giornata di formazione per i Comuni dedicata alla Legge di stabilità 2017 e promossa da Anci Lombardia con Ifel.
Brivio ha evidenziato che "negli ultimi anni la situazione finanziaria è migliorata, vista l'assenza di tagli e la disponibilità di maggiori risorse, ma il quadro non é migliorato nel senso dell'autonomia e della semplificazione".
 
Per spiegare i contenuti del provvedimento di bilancio, ha preso la parola Pier Attilio Superti, Segretario Generale di Anci Lombardia, che ha ricordato come un passo avanti nella nuova contabilità è stato determinato dalla "modifica alla legge 243 sul pareggio di bilancio, che ha portato alla regola per cui vi sia un solo pareggio da rispettare".
In merito al Fondo Pluriennale Vincolato, oggetto delle principali novità della nuova legge di stabilità, Superti ha sottolineato come "dal 2020 non potrà più essere finanziato dagli avanzi, anche se in Lombardia abbiamo un grande accantonamento di avanzi, perché negli anni precedenti abbiamo generato molto overshooting dovuto al rispetto dei parametri del patto di stabilità".
Tra i punti salienti del provvedimento di bilancio, Superti evidenzia "l'aumento consistente del fondo per le politiche sociali che negli anni precedenti si era quasi azzerato", e la presenza di "premialità per chi gestisce servizi e funzioni in modo associato". Elementi positivi che si accompagnano al "blocco dell'autonomia impositiva, che mette in difficoltà i comuni con aliquote basse, e il mancato sblocco della questione relativa alle spese giudiziarie sostenute dai Comuni".
 
Da Ifel è intervenuto Giuseppe Ferraina e, considerando le nuove regole di bilancio, ha evidenziato come "ora la gestione della cassa assume molta rilevanza per definire la capacità di spesa dei singoli enti, ma è opportuno monitorare gli andamenti dei flussi. In Lombardia notiamo una buona capacità di riscossione sia delle entrate tributarie che di quelle extratributarie, però rimane importante monitorare la tempistica". Ferraina ha quindi puntualizzato una questione portata avanti da Anci, relativa alla "rinegoziazione del debito dei Comuni, perché è riferito a costi che oggi sono fuori dal mercato". (LS)
ANCI Lombardia © 2018  |  C. fiscale 80160390151  P. Iva 04875270961