Anci Lombardia



Notizie Circolari Multimedia Dipartimenti AGENDA BILANCIO SOCIALE EUROPA

Chi Siamo Organi Come associarsi Contatti Newsletter Lavora con noi Amministrazione trasparente

Area riservata
NOTIZIE

Eventi

Bilanci, opportunità e prospettive per l'edilizia scolastica

11 Dicembre 2017

Da Regione Lombardia a Italiasicura e al conto termico i finanziamenti per scuole belle, sicure e sostenibili

L’edilizia scolastica è stata al centro di un interessante seminario che si è tenuto lunedì 11 dicembre presso la Casa dei Comuni di Anci Lombardia. Presieduto dal Presidente del Dipartimento istruzione di Anci Lombardia, Pierfranco Maffè, e moderato da Gian Piera Vismara, Coordinatrice del Dipartimento, il seminario ha esaminato bilanci, opportunità e prospettive dell’edilizia scolastica.

Massimo Vasarotti, dirigente struttura infrastrutture e strumenti per la qualità del sistema educativo di Regione Lombardia, e Marco Armeni, responsabile della task force regionale per l’edilizia scolastica, hanno fatto il punto sulla situazione lombarda. Nella nostra regione, ha ricordato Vasarotti gli edifici scolastici sono 5847, di cui oltre il 33% è stato costruito dopo il 1076, che sono per lo più di proprietà comunale, salvo 363 edifici che appartengono ad altre realtà. Molto è stato fatto, ma molto è ancora da fare e la Regione si sta impegnando, anche con l’apporto di Anci Lombardia, per sostenere i Comuni nell’avvio di cantieri che rendano le scuole non solo più belle, ma anche più sicure e sostenibili.

Questo sono del resto le direttrici su cui muove la propria attività Italiasicura, rappresentata da Laura Galimberti, responsabile della struttura di missione per il coordinamento e l’impulso nell’attuazione di interventi di edilizia scolastica. L’archittetto Galimberti ha ricordato che sono stati erogati in questi anni 5 miliardi di euro agli enti locali per circa 11.500 interventi. Nel tracciare le prospettive, l’architetto Galimberti ha anche sottolineato che “gli Enti locali potranno utilizzare nel 2018 avanzi di bilancio e contrarre mutui anche in deroga agli equilibri di bilancio”.

Molte richieste di approfondimento e di chiarimenti sono arrivate a Estella Pancaldi di Gse, Gestore dei servizi energetici, che ha presentato il conto termico per la P.A. La P.A. ha a disposizione 200 milioni di euro l’anno a fondo perduto per interventi di efficienza energetica e produzione di energia termica da fonti rinnovabili negli edifici pubblici. Pancaldi ha spiegato in modo chiaro e dettagliato i meccanismi e i vantaggi del conto termico, sottolineando che in due anni, ovvero per fondi pari a 400 milioni, sono stati erogati massimo 150 mila euro.

Altri e interessanti contributi sono venuti da Stefano Marzulli e Marco Villani che hanno presentato in particolare il fondo rotativo per la progettualità di Cassa Depositi e Prestiti, e Maria Fianchini docente del Politecnico di Milano che parlato della progettazione partecipata.

Numerose le domande poste alla fine dai molti partecipanti. Ad alcune è stato possibile rispondere durante il seminario, ma Anci Lombardia ha lasciata aperta la possibilità di un nuovo incontro per rispondere a tutti e presenterà a breve una circolare con tutti i riferimenti e i materiali del seminario. (SM)

ANCI Lombardia © 2018  |  C. fiscale 80160390151  P. Iva 04875270961