Anci Lombardia



Notizie Circolari Multimedia Dipartimenti AGENDA BILANCIO SOCIALE EUROPA

Chi Siamo Organi Come associarsi Contatti Newsletter Lavora con noi Amministrazione trasparente

Area riservata
NOTIZIE

Politiche giovanili

Brivio: “Informagiovani luogo di incontro, relazioni e opportunità”

1 Dicembre 2017

Un incontro per ribadire l’attenzione di Anci Lombardia al mondo e alle politiche giovanili

Strumenti e servizi per veicolare le opportunità per i giovani, in altre parole Informagiovani. Questa realtà è stata al centro di un importante incontro, moderato da Gian Piera Vismara, Coordinatrice Dipartimento Cultura, Sport, Politiche giovanili e Servizio civile di Anci Lombardia, che si è svolto presso la casa dei Comuni di Anci Lombardia il 1° dicembre 2017. Con l’occasione è stato presentato il Manuale per operatori informa giovani e per i decisori delle politiche giovani, L’Informagiovani c’è, che contiene approfondimenti, soluzioni e casi concreti sul tema che è scaricale qui.
L’incontro, che rientra in un percorso articolato di iniziative promosse dalla Consulta Informagiovani di Anci Lombardia, è stato occasione per approfondire gli strumenti e le opportunità  per i giovani, presentando una vasta gamma di iniziative e servizi proposti dalle istituzioni europee, nazionali e regionali e illustrando la norma nazionale sul Servizio civile universale.

La giornata è stata introdotta dal Presidente di Anci Lombardia e Sindaco di Lecco, Virginio Brivio, che ha ribadito quanto già sottolineato in occasione della sua elezione: l’attenzione dei Comuni e di Anci Lombardia al mondo e alle politiche per i giovani. “Il servizio Informagiovani è oggi un momento, un luogo in cui le varie iniziative e politiche trovano una rispondenza concreta”, ha detto il Presidente Brivio. “È importante” ha aggiunto, “che gli operatori del servizio restituiscano agli amministratori locali il quadro della situazione e si impegnino a favorire il dialogo con il mondo giovanile”. Il presidente si anche soffermato su quanto sta facendo Anci Lombardia, ricordando che “come dipartimento sosteniamo la Consulta dei giovani amministratori perché la nostra sfida è quella di appassionare i giovani alla politica, coinvolgerli per le potenzialità che possono offrire. Inoltre siamo attenti alle diverse forme di volontariato sociale che sono occasioni di crescita, di protagonismo e cittadinanza attiva. Crediamo che questo servizio, insieme ad altri che Anci Lombardia promuove e gestisce, sia e possa essere sempre più un luogo di relazioni, di incontro, di opportunità per la costruzione della coesione sociale”.

Fra i molti servizi offerti da Anci Lombardia rientra la gestione del Servizio Civile. “In 15 anni” ha detto Onelia Rivolta, vice direttore generale di AnciLab, “abbiamo costruito una rete di 700 verso i quali sono stati indirizzati migliaia di giovani. Solo quest’anno sono stati circa 1000”. Andando verso il Servizio civile universale sarà sempre più difficile, ha ricordato Rivolta, “l’accredito autono al Servizio civile che oggi alcuni grandi Comuni perseguono. Sarà al contrario sempre più importante affidarsi a realtà come la nostra che offrono ai giovani la certificazione delle competenze e la formazione continua che possono avere anche una ricaduta sul futuro lavorativo dei ragazzi”.
Nell’ambito delle attività svolte da AnciLab è stato presentato il progetto Lever Up. Cuore del progetto è la certificazione delle competenze, un asset sempre più strategico nelle politiche e nei programmi di apprendimento dell’Unione Europea.

Il Presidente Brivio ha anche sottolineato l’attenzione e l’apertura ai progetti europei e all’internazionalizzazione, aprendo la strada all’intervento di Massimo Gaudina, Capo della Rappresentanza della Commissione Europea a Milano. Gaudina, da poco alla guida dell’ufficio milanese, ha ribadito che “l’Europa delle opportunità per i giovani è un aspetto da valorizzare. Spesso l’Europa è vista sotto un profilo negativo, ma sono numerose le iniziative e i progetti realizzati e realizzabili, anche con il supporto di partner come Anci Lombardia e il servizio Informagiovani”. La scuola e i social media sono i terreni su cui l’Europa vuole intervenire per avvicinarsi ai giovani anche in previsione degli eventi che caratterizzeranno i prossimi anni. “Il 2018” ha ricordato Gaudina, “sarà l’anno europeo del patrimonio culturale che offrirà numerose opportunità all’Italia e ai giovani. Nel 2019, inoltre, vi saranno le elezioni europee e molti giovani si troveranno forse per la prima volta a votare per il parlamento europeo. Per questo l’Unione Europea avvierà presto una campagna di conoscenza rivolta ai giovani”.

ANCI Lombardia © 2018  |  C. fiscale 80160390151  P. Iva 04875270961