Anci Lombardia



Notizie Circolari Multimedia Dipartimenti AGENDA BILANCIO SOCIALE EUROPA

Chi Siamo Organi Come associarsi Contatti Newsletter Lavora con noi Amministrazione trasparente

Area riservata
NOTIZIE

ANCInTOUR

A Bergamo con ANCInTOUR, Gori: centrale tema di "come riorganizziamo nostra presenza sul territorio"

17 Aprile 2018

A Palazzo Frizzoni ANCInTOUR ha incontrato gli amministratori bergamaschi

"Siamo a pochi mesi da un referendum che ha portato a un risultato molto netto sulle intenzione dei cittadini in merito all'autonomia", e a poco più di un mese dalle elezioni regionali, con il neo governatore "Fontana che a più riprese ha sottolineato la necessità di dare più autononia ai Comuni. Da questo punto si vista non possiamo che essere propositivi affinchè questo percorso si completi". Questa la sottolineatura sulle riforme istituzionali che attendono gli enti lombardi marcata dal Sindaco di Bergamo Giorgio Gori aprendo i lavori della tappa bergamasca di AncinTour.
Gori ha continuato considerando le "molte partite aperte" a livello regionale, "ma il tema di come noi riorganizziamo la nostra presenza sul territorio è centrale. La questione relativa alle Province è da tenere d'occhio, perché in Lombardia la maglia delle aree vaste è necessaria, e oltre a questo deve essere considerata la questione delle aggregazioni tra Comuni, perché oggi siamo di fronte a uno squilibrio tra competenze e risorse".
Infine per il Sindaco di Bergamo, "la logica dell'associazionismo deve essere promossa e deve essere sostenuta, ma non con forza".
A queste riflessioni ha risposto il Presidente di Anci Lombardia, Virginio Brivio, evidenziando come "sul tema della autonomia noi ci siamo e come Anci vogliamo esserci, proponendo anche nuove forme di consultazione dei Comuni".
Una riflessione più ampia è stata riservata al welfare regionale, poichè come ha dichiarato Brivio "siamo attenti, anche perchè la comparsa di 3 assessori su questo tema rende complessa la situazione"; inoltre "speriamo che l'attuazione della riforma sociosanitaria veda il sistema dei Comuni e delle loro realtà funzionali, come i piani di zona, essere ancillare a una vera pianificazione sanitaria".
Sui temi della finanza locale è intervenuto Giovanni Buvoli, Presidente del Dipartimento di Finanza Locale di Anci Lombardia, che ha annunciaro come "ieri la giunta regionale ha deliberato 33 milioni di euro di spazi sul patto verticale", un fattore che crea importanti occasioni per i Comuni.
Rinaldo Redaelli, Vicesegretario di Anci Lombardia, ha illustrato i contenuti del rapporto Ipsos - Anci Lombardia, dalla quale emerge una timida fiducia nel futuro e nella ripresa post crisi sia nei cittadini che nei sindaci.
I servizi operativi pensati ad hoc per i Comuni sono stati presentati da Onelia Rivolta, Vicedirettore di AnciLab, che ha evidenziato come queste proposte hanno intercettato il favore dei Comuni bergamaschi, basti pensare che negli Enti della provincia sono impiegati "112 tirocinanti di DoteComune, di cui 52 nel solo Comune di Bergamo". DoteComune, ha ricordato Rivolta, è una "misura di avvicinamento al mondo del lavoro che parte dai Comuni" e che ha un buon impatto, visto che "il 38% delle persone che partecipanoa questa misura cambia status occupazionale". (LS)

 

ANCI Lombardia © 2018  |  C. fiscale 80160390151  P. Iva 04875270961