Anci Lombardia



Notizie Circolari Multimedia Dipartimenti AGENDA BILANCIO SOCIALE EUROPA

Chi Siamo Organi Come associarsi Contatti Newsletter Lavora con noi Amministrazione trasparente

Accedi
NOTIZIE

Welfare

Istituti penitenziari, Pirotta: "nonostante la difficoltà importante lavorare su questi temi"

3 Ottobre 2019

Iniziato il "Percorso 5 sensi" promosso da Regione Lombardia

E’ iniziato con una giornata nell'Istituto penitenziario di Opera il “Percorso 5 sensi” promosso da Regione Lombardia che vuole attivare, con 5 momenti in 5 realtà lombarde, la scoperta della realtà degli Istituti penitenziari, attraverso una visita alle strutture territoriali, al confronto con gli ospiti e alla considerazione delle diverse attività che, all’interno del carcere, si svolgono.

Il progetto è stato presentato dall’Assessore regionale alla famiglia, genitorialità e pari opportunità Silvia Piani che, di fronte a una platea composta da ospiti dell’Istituto e da rappresentanti delle istituzioni, dei Comuni e dei diversi attori che operano nel carcere, ha evidenziato le due ragioni dell’iniziativa: “una culturale, affinchè si superi l’idea che il carcere sia solo il luogo dove ci sono persone che devono scontare una pena e che lì devono restare, e una legata al senso di responsabilità, perché tutti gli attori che sono stati invitati oggi hanno un ruolo in questa partita e deve nascere un confronto tra essi”. Per l’Assessore è dunque fondamentale partire da un “percorso di conoscenza, poiché la realtà vista da fuori è diversa da quella che si scopre guardando l’Istituto penitenziario dal dentro”.

Su questo tema ha preso la parola Graziano Pirotta, Presidente del Dipartimento Welfare di Anci Lombardia, che ha considerato come “gli Amministratori locali spesso hanno pochissima conoscenza della realtà del carcere”, ma oggi “un Sindaco è chiamato a costruire un senso di comunità aggregando le diverse realtà presenti in un territorio” e anche i cittadini in carcere ne fanno parte. Pirotta ha quindi considerato come i Comuni negli ultimi anni hanno iniziato a lavorare su progetti per lo sconto di pene alternative al carcere, evidenziando come “nonostante la difficoltà per noi Amministratori di lavorare su queste tematiche, abbiamo il dovere di lavorare per garantire ai nostri cittadini l’opportunità di avviare percorsi nuovi di cittadinanza”.

ANCI Lombardia © 2020  |  C. fiscale 80160390151  P. Iva 04875270961