Anci Lombardia



Notizie Circolari Multimedia Dipartimenti AGENDA BILANCIO SOCIALE EUROPA

Chi Siamo Organi Come associarsi Contatti Newsletter Lavora con noi Amministrazione trasparente

Accedi
NOTIZIE

finanza locale

Delibere ARERA, Guerra: "accompagneremo al meglio il percorso di sperimentazione"

24 Gennaio 2020

Materiali e video del seminario tenutosi nella Casa dei Comuni

“Le delibere ARERA sul sistema tariffario dei rifiuti urbani rappresentano un tema di grande impatto per i Comuni e sui loro bilanci, per questo oggi abbiamo pensato a un focus specifico che ci sembra adeguato vista la grande partecipazione in sala”. Così Andrea Orlandi, Presidente del Dipartimento Finanza Locale di Anci Lombardia, ha aperto i lavori del seminario organizzato presso la Casa dei Comuni e dedicato ai provvedimenti adottati dall’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente.
Dello stesso avviso Rinaldo Mario Redaelli, Segretario Generale di Anci Lombardia, che ha considerato come la giornata di studio dedicata alle Delibere ARERA sia nata dall'evidenza che “vi è ancora molto da fare, soprattutto in merito all’aspetto attuativo e pratico. Per questo abbiamo chiamato al tavolo del confronto gli esperti di Ifel e i rappresentanti di Legambiente e delle società partecipate dei Comuni che operano nel settore rifiuti”.

Primo a prendere la parola per approfondire la tematica è stato Andrea Ferri,  Responsabile Finanza Locale Anci – Ifel, per il quale sulla questione “è necessario superare i confini del mero approccio finanziario, perché il tema dei rifiuti è molto complesso e mette insieme questioni finanziarie ma anche industriali e produttive”. Per Ferri è “indubbio che sui rifiuti ci sia bisogno di una disciplina migliore, ma al contempo deve esserci un approccio che non sia temerario, poiché l'ambito rifiuti tocca elementi peculiari, ben visibili appena il servizio ha un inceppamento nel singolo Comune”. Alla luce delle recenti delibere è quindi necessario “considerare il 2020 come un anno di sperimentazione, perché è impossibile che la grande maggioranza degli Enti sia in grado di maturare e adeguarsi alle novità. Quest’anno sarà da intendersi come un meccanismo di avvicinamento a un sistema che potrà essere corretto e adattato”.
Francesco Iacotucci si è calato nell’analisi dei provvedimenti Arera, considerando come la “Delibera 443/2019 si occupa della determinazione delle entrate tariffarie per l’erogazione del servizio integrato di gestione dei rifiuti, anche differenziati, urbani e assimilati”. Riassumendo i contenuti della delibera, Iacotucci ha considerato che il provvedimento “definisce il perimetro regolatorio; stabilisce un limite di crescita annuale legato al miglioramento previsto della qualità o alle modifiche del perimetro gestionale; definisce i corrispettivi calcolati sulla base dei costi effettivi e non sulla base di previsioni; inserisce un fattore di sharing dei proventi da vendita di energia e di materia a favore dei gestori; prevede il ricalcolo dei costi efficienti dell’anno ‘a-2’ con eventuale conguaglio; inserisce dei coefficienti per il miglioramento previsto della qualità; definisce i parametri del possibile incremento tariffario legato a risultati verificabili; modifica la distribuzione tra parte fissa e parte variabile e definisce tempi certi ed uniformi”.
A seguire Walter Giacetti è entrato nelle questioni tecniche della definizione di costi e delle tariffe; dei compiti dell’Ente Territoriale Competente, che in Lombardia è il Comune, e di ARERA.

In conclusione il Presidente di Anci Lombardia Mauro Guerra ha osservato che, “dopo una presentazione così approfondita il mio pensiero va soprattutto ai piccoli Comuni che dovranno affrontare la complessa questione della tariffazione, che prevede calcoli formule complesse in una situazione di scarsità di personale e risorse. Per non lasciare soli gli Enti di fronte a tali problematiche accompagneremo al meglio questo percorso ed effettueremo una riflessione all’interno di Anci Lombardia e a livello nazionale affinché il 2020 abbia i caratteri di una impegnativa sperimentazione, per portare a un miglioramento della qualità del servizio e del lavoro, in condizione di sostenibilità per i bilanci comunali”.

ANCI Lombardia © 2020  |  C. fiscale 80160390151  P. Iva 04875270961