Anci Lombardia



Notizie Circolari Multimedia Dipartimenti AGENDA BILANCIO SOCIALE EUROPA

Chi Siamo Organi Come associarsi Contatti Newsletter Lavora con noi Amministrazione trasparente

Area riservata
NOTIZIE

Intesa fondi per i Comuni, Buvoli: su spese uffici giudiziari e partita Imu - Tasi "le misure adottate dal Governo non ci soddisfano appieno"

2 Marzo 2017

Il commento alla ripartizione del cosiddetto “fondone” previsto per Comuni, Città metropolitane, Province e Regioni nella Legge di Bilancio

"Di fronte all'accordo preso in Conferenza unificata sulla ripartizione del fondo di 3 miliardi di euro per Comuni, Città metropolitane, Province e Regioni previsto nella Legge di Bilancio, come Anci esprimiamo parere favorevole perché in questo modo viene assicurata la certezza delle risorse a disposizione dei Comuni nel 2017. Avere la certezza definitiva dei fondi che ci spettano è, infatti, sicuramente positivo". Questo il primo commento di Giovanni Buvoli, Presidente del Dipartimento finanza locale di Anci Lombardia e Vicesindaco di Mantova, alla notizia della sigla dell'accordo sulla ripartizione del cosiddetto “fondone” previsto per Comuni, Città metropolitane, Province e Regioni nella Legge di Bilancio

Nella sua analisi Buvoli continua evidenziando però che "non possiamo essere altrettanto positivi nel considerare la soluzione proposta dal Governo in merito al rimborso delle spese sostenute dai Comuni per il funzionamento degli uffici giudiziari. Le spese non rimborsate, nel periodo 2011 - 2015, ammontano a circa 650 milioni di euro, Anci aveva chiesto un rimborso di 500 milioni da dilazionare in 10 anni, ma la decisione del Governo è stata quella di stornare ai Comuni solo 300 milioni di euro in 30 anni: un provvedimento che produce benefici risicati sui bilanci comunali e che, pertanto, non ci soddisfa".
Inoltre, il vicesindaco di Mantova sottolinea che "allo stesso modo non ci soddisfa la continua riduzione del fondo di compensazione Imu - Tasi, poiché siamo partiti da una sua quantificazione per il 2014 pari a 625 milioni di euro, per arrivare a un riconoscimento di 300 milioni per il 2017: una decurtazione di risorse ingiustificata, tenendo conto, inoltre, che il gettito perduto con il passaggio Imu - Tasi è stato di 490 milioni. Su questo punto chiediamo che il fondo, innanzitutto, diventi strutturale anche per gli anni a venire, e che, inoltre, il suo ammontare sia valido al fine del calcolo del fondo di competenza, perché altrimenti si creerebbero scompensi di bilancio".

"Riassumendo", conclude quindi Buvoli, "valutiamo positivamente la certezza derivante dalla ripartizione delle risorse, ma le misure adottate dal Governo non ci soddisfano appieno".

ANCI Lombardia © 2018  |  C. fiscale 80160390151  P. Iva 04875270961