Anci Lombardia



Notizie Circolari Multimedia Dipartimenti AGENDA BILANCIO SOCIALE EUROPA

Chi Siamo Organi Come associarsi Contatti Newsletter Lavora con noi Amministrazione trasparente

Area riservata
NOTIZIE

CONSIGLIO NAZIONALE

Bianco: "Costituito gruppo di lavoro su conseguenze per i Sindaci avvio indagini a loro carico"

22 Giugno 2017

Auspicabile contrastare “la diffusione di notizie sull’operato dei sindaci che si rivelano poi del tutto infondate”

“A quasi un anno dalla lettera aperta sull’autonomia e sul ruolo dei sindaci firmata da alcuni centinaia di nostri colleghi, il ministro degli Affari regionali Enrico Costa ha deciso di promuovere un gruppo di lavoro, coordinato dall’ex magistrato Carlo Nordio, per affrontare la questione delle conseguenze negative, talvolta irreversibili sul piano amministrativo e politico, che derivano ai sindaci anche dalla semplice notizia dell’avvio di un’indagine a loro carico”. Ad annunciarlo è stato Enzo Bianco, sindaco di Catania e presidente del Consiglio nazionale dell’Anci nel suo intervento alla riunione che si è svolta oggi a Roma.
Prendendo spunto da numerosi episodi di cronaca che hanno visto coinvolto sindaci ed amministratori, prima approdati sulle pagine dei giornali e dopo qualche giorno magari completamente prosciolti da accuse sul loro operato, Bianco ha spiegato che la Commissione “si occuperà innanzitutto della definizione stessa di notizia criminis. Su questo punto – ha aggiunto – il Pm ha ancora una discrezionalità assoluta”.
Da questo punto di vista, secondo Bianco, è auspicabile che Anci avvii campagne reputazionali per contrastare “la diffusione di notizie sull’operato dei sindaci che si rivelano poi del tutto infondate”.
Altro tema indicato dal presidente del Cn Anci è quello delle conseguenze della semplice iscrizione degli amministratori pubblici nel registro di reato. “Di fatto questo passaggio che ha una natura meramente tecnica. – ha rilevato – equivale agli occhi dell’opinione pubblica ad una vera e propria sanzione irrogata prima dello svolgimento dello stesso processo”.
Sullo sfondo rimane poi il tema della netta divisione delle responsabilità tra il ruolo politico ed amministrativo rimasto in sospeso dalle leggi Bassanini. “E’ un tema che dovremmo riprendere con forza e che riguarda tutti noi. Sono stato eletto dai cittadini ed a loro voglio rispondere, altra cosa – ha concluso il sindaco etneo – sono le responsabilità dei dirigenti”

ANCI Lombardia © 2018  |  C. fiscale 80160390151  P. Iva 04875270961