Anci Lombardia



Notizie Circolari Multimedia Dipartimenti AGENDA BILANCIO SOCIALE EUROPA

Chi Siamo Organi Come associarsi Contatti Newsletter Lavora con noi Amministrazione trasparente

Area riservata
NOTIZIE

Innovazione

Servizi pubblici, Brivio: le aziende sono "i soggetti titolati per fare l'innovazione di cui abbiamo bisogno"

16 Maggio 2018

Confronto su servizi, gestori e Comuni a Milano

Pubblico, privato, confederazioni ed enti a confronto sui servizi pubblici locali per guardare al futuro e disegnare possibili sinergie di sviluppo. Questo l'obiettivo dell'incontro promosso da Confservizi Cispel Lombardia al Museo Nazionale della scienza e della tecnologia di Milano.

Alessandro Russo, Vicepresidente di Confservizi Cispel Lombardia, ha dato il via alla tavola rotonda evidenziando come il territorio lombardo sia "frammentato, con priorità e peculiarità diverse", pertanto le aziende di servizi stanno "affrontando realtà e progettualità molteplici, come nel campo delle Smart Cities, dove è inevitabile dover confrontarsi con i territori e i suoi rappresentanti, a cominciare dai Comuni".

"I Comuni però non sono solo i proprietari delle aziende di servizi locali ma hanno anche il dovere di informare i cittadini sui servizi erogati e sulla loro qualità, in un contesto dove sono aumentate le informazioni a disposizione agli utenti", ha replicato Virginio Brivio, Presidente di Anci Lombardia, per il quale le "società di servizi pubblici non possono difendersi da sole generando utili e garantendo trasparenza, ma necessitano di un'alleanza con gli amministratori locali".
Per Brivio dunque "il binomio soci/stakeholders non risolve tutto" ma si deve guardare alto, soprattutto perché nell'ottica profilata, le aziende sono "i soggetti titolati per fare l'innovazione di cui abbiamo bisogno".

E quali sono le principali istanze dei territori?
Per Brivio "nel settore idrico sono necessari investimenti maggiori per garantire l'adeguamento delle reti ed evitare gli sprechi", mentre "sul piano rifiuti è necessario porre la questione politica per organizzare e pianificare i servizi". Una puntualizzazione invece sullo "sviluppo delle Smart Cities, in merito al quale dobbiamo far vincere l'idea che non siano collocate solo nei centri importanti, ma anche nelle zone periferiche e nei piccoli centri. Per colmare questo gap è quindi importante implementare quei servizi che rendono un territorio più attrattivo".
Una soluzione per incentivare questo cambiamento può essere determinato "dall'investire sui processi aggregativi comunali e aziendali per migliorare la gestione dei servizi". (LS)

ANCI Lombardia © 2018  |  C. fiscale 80160390151  P. Iva 04875270961